Di star, foto e cloud.

Dice Apple che dopo aver investigato per 40 ore sono giunti alla conclusione che qualcuno abbia violato i singoli account delle persone coinvolte con tecniche comunemente utilizzate su Internet. Roba che non devono averci pensato troppo su. Forse è un problema che con tecniche comunemente utilizzate su Internet qualcuno possa “ottenere” un accesso a dati che si vorrebbero privati, soprattutto se si gestiscono quei dati.

Io sorrido e la penso come quei burloni che su cheezburger hanno postato questa immagine:

theproblemwithsmartphones

One Reply to “Di star, foto e cloud.”

Comments are closed.