Cracovia

La temperatura a Cracovia è stata appena più moderata di quella sperimentata in Ungheria ma la città ci è piaciuta decisamente di più. Città viva e gradevole, con un centro storico ricco ed ampio circondato da un viale alberato (il Planty) che permette di passeggiare intorno alla Città Vecchia e di rilassarsi al fresco.

Abbiamo visitato la Città Vecchia (Stare Miasto) e l’antico quartiere ebraico (Kasimierz), passeggiato sul Planty e fatto shopping approfittando del cambio favorevole. La piazza del mercato (Rynek Główny) pare essere la più ampia d’Europa. Da visitare il Wavel, forse il più bel castello dell’Europa Centrale, il Barbacane (fortificazione militare), Brama Floriańska con la sua esposizione di quadri a cielo aperto, il monastero francescano con la vetrata di Stanislaw Wyspianski (di cui ignoravo persino l’esistenza) e molte delle strade della città vecchia, a partire dalla via dei canonici.

Nelle vicinanze di Cracovia valgono sicuramente la visita tanto Aushwitz-Birkenau che le miniere di sale situate a Wielicka.