Tiny tiny RSS

Premessa: non sto cercando di uscire dalla nuvola, e sono ragionevolmente cosciente del fatto che Google mi offre (apparentemente aggratis) dei servizi che altrimenti ben difficilmente potrei avere. Non penso solo alla posta, penso soprattutto a Google Reader. Sfortutamente questo servizio ha presto una strada che mi piace poco. Sono sparite delle funzionalità che mi piacevano e sta sparendo all’interno di Google+. La cosa potrebbe anche andare bene, non fosse per il fatto che a questo punto sto provando seriamente a vedere se non mi convenga gestirmi un aggregatore di feed in proprio. Non ho particolari pretese e so bene che si tratta di un lavoro tutt’altro che leggero in termini di banda e capacità computazionale.

L’idea mi frullava in testa da parecchio ma i vari strumenti provati di volta in volta risultavano poco adatti e poco vivi in termini di sviluppo. Avevo visto anche Tiny Tiny RSS e mi ero ripromesso di provarlo con calma. Il test si è rivelato più interessante di quanto non immaginassi. Per provarlo ho utilizzato una VPS su cui non c’erano troppe altre cose (se non alcuni miei esperimenti improbabili) in modo da non rischiare di impegnare eccessivamente le risorse magari in condivisione. La cosa è stata divertente e frustrante allo stesso tempo. E’ bello riprendere il controllo di come le cose avvengono. E’ meno bello andare a vedere quanti link e feed (che manco immaginavi!) sono nel frattempo spariti, derelitti. Google fa un gran lavoro al posto mio e lo fa bene. In cambio si legge tutto e pensa di fornirmi le migliori pubblicità. Per quel che posso evito di leggere le pubblicità che mi vengono propinate (anche facendo in modo che non raggiungano il browser, nei limiti del possibile).

Adesso ho deciso di tenere buona la tecnologia. tt-rss è davvero un bel sistema e funziona benone, permettendo un buon controllo dei feed e dell’aggregatore. Ha anche alcune funzionalità avanzate che sembrano interessanti ma non ho ancora sperimentato. Non credo che abbandonerò completamente Google Reader ed i miei vari account collegati ma inizio a pensare che potrei farlo (a proposito: uno dei buoni motivi per non farlo è che non ho un’alternativa alla google mail che valga la pena e che non mi costi troppo in termini di gestione; ovvero non ho troppa voglia di gestirmi un server di posta elettronica in casa).

Infine una annotazione: la procedura di installazione è piuttosto ben documentata, e ci sarebbero anche dei package per debian pronti allo scopo. Io non sono riuscito a far partire la cosa partendo dai package, quindi ho ripiegato sull’installazione manuale (che consiglio vivamente, a questo punto). Nonostante mi sia ritrovato con uno schema del database classificato come “futuribile” rispetto a quanto distribuito nella release scaricabile si tratta di un’installazione con un’elevata probabilità di successo, pur essendo molto lontana dai leggendari livelli di semplicità e velocità di WordPress.

Cosa offre Tiny Tiny RSS?

1) Server Side, tutto quello che ti serve è un browser…
2) Supporta qualunque tipo di feed
3) ragionevolmente semplice da installare e configurare
4) interfaccia sufficientemente usabile e sicuramente intuitiva
5) E’ free software (nel senso di licenza GPL)
6) Supporta l’autenticazione
7) supporta l’aggregazione di diversi feed
8) può essere utilizzata completamente (o quasi) da tastiera
9) importa ed esporta in formato OPML
10) possibile gestione di utenti multipli
11) funzionalità di deduplica degli articoli, content filtering, disponibilità di API ed altro

Io sto pensando di usarlo per quella cosa che attualmente è su blists.quasidot.com