FBI contro Anonymous. Cerrrrto!

Questa mattina ho letto velocemente il comunicato stampa relativo all’arresto ed alle perquisizioni effettuate negli Stati Uniti e altrove che parla di Anonymous e LulzSec.

La cosa divertente è che la prima impressione, leggendo titoli e articoli vari sul tema, sembrava si trattasse di una mega operazione che avrebbe colpito Anonymous. La mia idea è che Anonymous non abbia nessun significato legato a persone o gruppi ben identificati ma si tratti di un concetto tanto generico quanto quello di pirati dei caraibi. Non che questi signori non si incontrino, frequentino e utilizzino la stessa bandiera ma insomma… mica penserete che ci fosse un grande vecchio dei pirati che ne organizzava le attività? per Anonymous mi pare che la situazione sia la stessa.

Cosa dice il comunicato stampa? Che hanno arrestato una persona per aver bucato il sito di un contractor (Infragard). Operazione condotta da casa propria, senza neppure nascondere il proprio indirizzo IP e seguita da un tweet che diceva di andare sul suo sito personale per maggiori informazioni. No comment sulla sicurezza del sito bucato o sull’abilità necessaria a trovare un simile e sofisticato personaggio. Davvero un criminale pericoloso!

C’è poi la storia di una specie di precario che lavorando per AT&T ha portato fuori un po’ di informazioni le quali sono state poi distribuite anche da LulzSec. Questo è l’unico aggancio a LulzSec in tutto il comunicato, a pensar male si potrebbe pensare che ce l’abbiano infilato di proposito, tanto per poter dire di aver colpito sia Anonymous che LulzSec.

Infine ci sono delle persone che sarebbero coinvolte nel DDOS contro Paypal. Gente che immagino aver utilizzato LOIC. Sono davvero interdetto. Quasi quasi mi viene da pensare che il vero crimine sia comunicare in elite-speech (1337)!