Capire tutto, the swiss way: il suo nome *non* sarebbe Frey

E’ nato e risiede in Ticino, ma ha passaporto italiano l’elemento di spicco della cellula italiana del gruppo di hackers. Il suo nome non sarebbe "Frey"

"Pur se residente in Canton Ticino – spiega il vicequestore Tommaso Palumbo della Polizia Postale – si è dato da molto da fare negli ultimi tempi per mettere in difficoltà diversi siti italiani. [..] Il metodo utilizzato era quello di servirsi di grossi server, in alcuni casi affittati anche all’  estero, con potenti capacita’ di banda.

fonte: tio.ch