Google vs. Microsoft: copioni!

Interessante ed un po’ triste querelle tra Google e Microsoft. Google dice che Bing copia. Il sistema architettato per dimostrare la tesi è in pieno stile grande G. Microsoft risponde che in effetti è così, e non c’è nulla di male. La risposta è ampiamente argomentata.

Il punto che mi ha incuriosito però non è tanto se e quanto sia rilevante questo comportamento ma il fatto che Google arrivi a sostenere che sia ai limiti dell’accettabile, forse persino illecito. Io non capisco il punto: Google ha fatto la sua fortuna osservando il comportamento degli utenti online e cercando quindi di mettere in ordine le risposte di conseguenza. Microsoft utilizza un metodo simile che comporta anche, tra l’altro, la valutazione dei risultati offerti da Google. Risultati che mi paiono pubblici. Eppure sembra quasi che la grande G insinui che no, non si può fare e le ragioni paiono simili a quelle addotte da chi conduce guerre di retroguardia su altri temi.

Insomma: Google va in giro a raccogliere tutto quello che trova pubblicato on line ma le sue pagine non debbono essere considerate on line come giornali, blog e tutto il resto? Certo che si sono paesi che ritengono che gli elenchi telefonici sia protetti dal copyright (Canada e Australia, se non ricordo male) e nell’Unione Europea esiste una protezione analoga per I database…

2 Replies to “Google vs. Microsoft: copioni!”

Comments are closed.