Darwin: Well…they have to be paid

[…]

Volevo semplicemente ricordare che il più grande scandalo politico della storia, il Watergate, si giocò tutto sulle intercettazioni. Che le audizioni della commissione di inchiesta comprensive dei nastri e delle telefonate furono trasmesse dai grandi network, e che proprio un tape provò il fatto che Nixon era coinvolto: You call them in. Good. Good deal. Play it tough. That’s the way they play it and that’s the way we are going to play it. Poi ci sono le intercettazioni legati agli aspetti del terrorismo, che sono pubblicate a lenzuolate sui giornali israeliani, dopo averli ottenuti da un giornale indiano. O quelle del Boston Globe, o queste della BBC (si tratta di intercettazioni di SMS, che vanno alla grande in UK), poi c’è il caso O.J. con le intercettazioni pubblicate per mesi sulla stampa US. Non cito ovviamente la telefonata fatta da una radio alla Palin in cui il conduttore si scambiò per il presidente francese, che è un’altra cosa. Anche se nessuno avocò la privacy per evitare la figuraccia alla prossima presidente degli USA. Poi c’è la storia di ieri con Fergie, foto e trascrizioni su tutti i giornali inglesi e del mondo. Passiamo in Germania: ecco il testo della telefonata del tizio che sparò nella scuola 3 anni fa. Non continuo e giro la domanda, visto che io li leggo “una decina di giornali quotidiani o di settimanali stranieri, in lingua francese, tedesca e inglese”; e pure spagnoli: a me negli ultimi anni è capitato spessissimo di imbattermi in lenzuolate di intercettazioni di telefonate e di SMS. Per casi di corna, di terrorismo e di rubberie varie. Senza avere a disposizione delle statistiche, direi che all’estero accade molto più di rado, specialmente per quello che riguarda i politici. Che però decisamente molto più di rado si fanno beccare a comprare le case da 600mila Euro al Colosseo o decisamente molto più di rado fanno vedere il lettone di Putin alla zoccola di turno. La realtà è un’altra: trapiantate il governo italiano in un qualsiasi altro paese occidentale e la stampa si scatenerebbe dalla mattina alla sera: per una ministra ci sarebbero sempre le foto nude, per il presidente ci sarebbero i giornalisti dappertutto a cercare di mettere a nudo i comportamenti assurdi per un politico, per tanti altri ministri non sarebbe possibile fare il bello e il cattivo tempo. Cari miei, voi vivete dentro ad una bolla e siete come Truman Burbank. PS: nel caso poi che il discorso non riguardi solo le intercettazioni telefoniche ma in generale la privacy, mi sentirei di ricorda che le foto del Berlusca con le amiche in Sardegna le ha pubblicate El Pais.
Darwin: Well…they have to be paid

Letto, approvato e sottoscritto.