Is it living, or just existence?

Il titolo del post è un omaggio ai Rush, più per una reminiscenza occasionale che per la storia delle canzoni “sulla paura”. Il titolo della canzone è classicheggiante ed evocativo quanto basta – the enemy within – così come è ormai sufficientemente evocativo il termine conficker, senza bisogno di aggiungere altro.

Leggete quindi l’articolo originale o la sua libera traduzione by Giavasan. Vale davvero il tempo che gli dedicherete.

Io ho annotato un po’ di notiziole in proposito sul mio tumblr ma google è comunque vostro amico…