Aggravante anomala: il proxy!

Pare che l’uso di un proxy in futuro potrà essere considerato un aggravante. Il fatto che io tenda a tradurre proxy con procuratore mi fa sorridere appena. L’idea che strumenti di protezione della privacy e dell’anonimato possano comportare un aggravante della pena a parità di reato è difficile da accettare.

2 Replies to “Aggravante anomala: il proxy!”

Comments are closed.