Con i dati tra le nuvole.

Le soluzioni di storage online sono tanto affascinanti quanto utili. Mi piace avere a disposizione alcune informazioni indipendentemente dal luogo in cui mi trovo, o dal terminale che utilizzo.

Si tratta di tecnologie che sono comunque agli esordi e che prestano il fianco a mille critiche e perplessità. I casi non troppo recenti di Mediamax e altri, o quello di Carbonite stanno lì a dimostrarlo. Nel primo caso i dati si persero tra le nuvole, nel secondo caso c’è un’accusa specifica ad un fornitore che rimbalza i problemi al mittente. Intanto però LaCie si compra Wuala (che mi piace per via della possibilità di avere più spazio disponibile per sé offrendone di più agli altri) e difficilmente farei a meno di Dropbox o certi servizi di Google (aspetto sempre il Google Drive anche se Gladinet mi rende più tranquilla l’attesa).