Venerdì nero

Tutti insieme appassionatamente: Magnolia che si perde tra le nuvole, Red Herring che sparisce e Pageflakes che non fa certo scintille. Intanto Yahoo! abbandona la propria valigetta per strada. E il tutto si aggiunge alla marea di servizi G ufficialmente dismessi.

Da notare come a fianco della libera scelta di abbandonare lo sviluppo o il mantenimento dei servizi Magnolia si aggiunge alla lista di quanti non hanno, di fatto, un backup. Nè le nuvole né il RAID sono sistemi di backup. Punto.

Aggiornamento del lunedì: pare che anche Revver sia messo maluccio, e d’altronde sono cugini primi di Pageflakes…

3 Replies to “Venerdì nero”

  1. IMHO di venerdì (e di sabati, vedi Google oggi) neri ce ne saranno moltissimi nei prossimi mesi. 😉

    Solo i migliori e/o i più ricchi sopravviveranno.

  2. Di venerdi’ neri ce ne sono a iosa… ma tre in un colpo solo cosi’… che poi sia l’hosting non pagato, il backup nullo (tanto abbiamo tutto tra le nuvole!) o il colpo finale della crisi… diciamo che mi fatto un filo impressione, ben piu’ della debaGle 🙂

Comments are closed.