Senza cognizione di causa

E’ l’unico commento che mi desta la vicenda del mobiliere temerario di cui tanto si parla in questi giorni. Poi mi viene in mente anche che scrivere su un blog puo’ aiutare e che lo strumento funziona. Peccato che io lo trascuri un po’. Succede. Succede di non avere molto da scrivere, oppure altre priorita’.

Intanto non sottoscrivo la lettera dei blogger al mobiliere. Di questa zona online apprezzo le reazioni intelligenti, lo spirito concreto e ragionevole di molti. Tutti quei segnali che mi fanno sperare in una qualche intelligenza collettiva o almeno nella possibilita’ di un confronto sereno e ragionevole. Non mi piacciono le generalizzazioni, le mobilitazioni della categoria. A volte ci casco anche io. Poi leggo Orientalia scrivere che l’Ambasciatore e’ nudo. E sto bene, perche’ il bello e’ leggere quello che si scrive in giro. Magari aiutandosi con Google Reader, piuttosto che Techmeme o Netmonitor o tutti quegli strumenti che non cito, tanto non e’ una lezione di lettura rapida dei feed! Tanto tutto scorre ed il river of news e’ cosi’ bello che mi ci perdo sempre volentieri…

4 Replies to “Senza cognizione di causa”

  1. Il titolo del post e’ una citazione da un commento della signora anonima che scrive come un libro tra due parentesi, tra l’altro 😉

    ciao, f.

  2. Solo una domanda, per aiutare la comprensione e valorizzare l’uso corretto delle subordinate: il “piuttosto che” riferito a Techmeme e Netmonitor è disgiuntivo (nel senso, meglio GoogleReader che…) o elencativo (quindi, oltra a GooglReader vanno bene anche…)

    Perché, in realtà, in italiano sarebbe accettabile solo la prima ipotesi, mentre un dissennato uso giornalistico del “piuttosto che” come elencativo (da D’Avanzo in avanti, se mi si perdona il bisticcio) ha reso comune la seconda.

    Pazienza, siamo sopravvissuti al “nella misura in cui” (cascandoci pure noi qualche volta, ammettiamolo), sopravviveremo anche a questo.

    P.S.: Sai che il C64 ce l’ho ancora conservato, completo di alimentatore e unità a disco 1541, tuttora funzionante? 🙂

  3. Per me Google Reader Rulez. Poi nella confusione volevo dire che qual che sia lo strumento va tutto bene, e probabilmente il dissennato uso giornalistico… ha preso il sopravvento 😉

    Complimenti per il C64! Io ho fatto pacchetti e pacchettini di C64, C128, nastro, disco e ammenicoli vari tempo fa. Consegnati al fratello piccolo. Persi definitivamente di vista. :-

    ciao, f.

Comments are closed.