Ancora sui siti del PDL e del PD

Ho pensato di dare un’occhiata al volo ai siti del Popolo della Libertà e del Partito Democratico. Nessuna intenzione di controllare la loro eventuale vulnerabità, cosa che fanno benissimo altri piu’ bravi di me. Solo un’idea banale: come saranno stati registrati e da chi saranno ospitati questi siti?

Ho usato Netcraft e myipneighbors.

Netcraft mi dice che il sito popolano è ospitato su di un server Windows 2003 con IIS, e si trova all’indirizzo 217.220.36.58, di proprietà di Albacom. Allo stesso indirizzo si trovano anche gruppodellaliberta.it, latvdellaliberta.com, latvdellaliberta.it.

Lo stesso Netcraft mi dice che pure il sito democratico si trova su di un server Windows 2003 con IIS, all’indirizzo 151.1.143.224, di proprietà di IT.Net. Sono disponibili i grafici relativi all’uptime. I dati del grafico non sono particolarmente confortanti. Anche qui abbiamo degli altri domini allo stesso indirizzo: cistaacuore.pd.dol.it, democratica.pd.dol.it, pd.dol.it, ulivo.it. Non casuale, immagino, ulivo.it.

Mi sarei aspettato un indirizzo IP dedicato per entrambi i siti. D’altronde non mi sarei neppure aspettato, da parte di entrambi, un abuso del formato PDF difficilmente giustificabile o comprensibile.

Una curiosita’: il popolodelleliberta.com reindirizza direttamente sul omonimo dominio .it, ufficialmente si trova ad un indirizzo – 195.110.124.133 – comune ad una novantina di altri domini! Inoltre esiste un dominio popolodelleliberta.it. Partitodemocratico.com invece è in mano di qualche cyber squatter sin dall’aprile 2005.