» L’espresso | Piovono rane » I torroncini di Clemente

Vale a dire che il quotidiano dell’Udeur (finanziato da tutti noi in ragione di 1.153.000 euro l’anno per 5.000 copie scarse vendute) ha usato i suoi soldi nel seguente modo:

  • 40 mila euro versati a Clemente Mastella stesso per collaborazioni giornalistiche.
  • 14 mila euro per l’acquisto di torroncini di Benevento spediti dai coniugi Mastella agli amici.
  • 12 mila euro versati allo studio di Pellegrino Mastella, figlio di Clemente.
  • 98 mila euro per viaggi e trasferte di Sandra Mastella (moglie), Pellegrino Mastella (figlio), Alessia Mastella (nuora) ed Elio Mastella (figlio).
  • 1.150 euro per beni acquistati al centro commerciale Cis di Nola da Sandra Mastella.
  • 4.000 euro per la benzina del Porsche Cayenne di Pellegrino Mastella.
  • 36.000 euro per un contratto con la società Acros, di cui è socio al 50 per cento Pellegrino Mastella.

E così via: fino all’assunzione come giornalisti al Campanile di Pellegrino e Alessia Mastella, e altro ancora. Chi vuole leggersi tutta la storia la trova domani su “L’espresso”.

L’espresso | Piovono rane » Blog Archive » I torroncini di Clemente di Alessandro Gilioli