Confusione G.

Da un lato i belgi portano a casa il primo round, ma non le multe multi-milionarie paventate. Nulla da aggiungere.

Dall’altro la grande G perde colpi lasciandosi sfilare il dominio gmail.pl da quella che si presenta come una curiosa combriccola di giovani poeti.