Non di sola ricerca…

I maghi G sono in fase di rilasci ottimi e abbondanti. Intanto hanno eliminato gli inviti dalla GMail. Adesso chiunque può avere un indirizzo andando su gmail.com e “registrandosi“. E’ attiva inoltre la funzionalità di mail fetching che permette di delegare a GMail il controllo delle mailbox (POP3) sparse in giro. Attenzione che non funziona con le mailbox di Libero o simili che non abbiano accesso in POP3 ma solo tramite la Webmail. Attenzione inoltre che se avete, come il sottoscritto, un certo numero di account di posta in circolazione 5 account sono veramente pochini. Personalmente continuo ad utilizzare fetchmail sul PC di casa che legge le mie mailbox ed inoltra su GMail, sfruttando anche l’ottimo FreePOPs ed intanto ho attivato la funzionalità per un numero ristretto di account, altri sono già in forward automaticamente, altri ancora sono destinati all’oblio.

Il fatto di utilizzare GMail come un raccoglitore universale pone qualche problema. Il primo è quello di sfruttare bene i filtri per suddividere ed archiviare la posta (ed in questo la GMail è regina ed il suggerimento ed il percorso guidato di creazione di un filtro per il mail fetcher ottimo). Il secondo è quello dello spazio: attualmente si hanno poco meno di 3 Gb di spazio (2814 Mb in questo momento). Non sono pochi. Non sono neppure così tanti da poter realisticamente pensare di non dover mai cancellare nulla. Per gli allegati più voluminosi o per le mailing list che seguo ma senza più la convinzione di un tempo ho deciso di utilizzare un account su inbox.com, 5 Gb di spazio e performance accettabili.

Novità anche per chi usa il client sul cellulare – vista la demo? – ed anche per docs.google.com che adesso è disponibile pure in italiano!

Avevo in mente anche alcune cose per Google Reader + Firefox e simili, ma rimando alla prossima occasione…