Come passare da Linux a Windows – Il racconto di un utente

Quella che segue qua sotto e’ la traduzione piu’ o meno affrettata di un bel post di Mathias Endler. Mi e’ sembrato simpatico fornirne una versione per quanti non masticano l’inglese. Attenzione! E’ un gioco!

Negli ultimi cinque anni ho letto diversi articoli intitolati “Come passare da Windows a Linux, in cinque facili passi“, “Come cambiare sistema operativo e divertirsi con Linux” piuttosto che “Perche’ e’ bene provare Linux” ma continuo ad incontrare persone che si lamentano della difficolta’ di impararlo o ribadiscono come l’installazione di Windows sia molto piu’ facile. Se qualcuno avesse utilizzato come primo sistema operativo non il DOS o Windows 95 ma un qualche Unix libero tipo BSD o Linux cosa potrebbe succedere?

Quella che segue e’ l’esperienza di una persona che ha sempre utilizzato Linux, a imparato da subito a utilizzarlo perche’ ce lo costrinsero al lavoro. Immaginiamo quindi che Linux sia il sistema operativo dominante ed una piccola azienda offra un prodotto chiamato “MS Windows XP”. Sia chiaro: non si parla sul serio! Questa vuole essere satira. E’ una storia inventata che vorrebbe essere divertente. Sia ben chiaro: piuttosto che prenderla per una cosa seria non leggete proprio!

I miei primi passi con Windows XP

L’altro giorno ho sentito di un nuovo sistema operativo chiamato Microsoft Windows e ho deciso di provarlo perche’ dicono sia facile da utilizzare e intuitivo. Purtroppo non sono disponibili live-cd per provarlo prima dell’installazione. Di solito scarico da Internet ma questa volta ho dovuto andare in un negozio di informatica e pagare 150 euro. C’e’ anche una versione “Professional Edition” ma costa persino di piu’. Appena arrivato a casa ho subito aperto la confezione, preso il CD e l’ho inserito nel lettore DVD. Ho acceso il PC. La schermata di installazione ha un semplice sfondo blu ed un semplicissimo menu. Volendo fare una copia di backup ho provato ad aprire un terminale con CTRL-ALT-F1 ma non ha funzionato (ma perche’?). Ho dovuto riavviare, fare la copia e ripartire da capo con l’installazione. Il menu presenta una curiosa opzione “Installa Windows XP” e l’ho selezionata.
Subito dopo e’ apparso uno strano messaggio intitolato “End-User License Agreement” e ho dovuto accettarlo prima di poter proseguire. Non avendo mai sentito nulla del genere in Linux mi son preso la briga di leggere quasi tutto quel lungo testo. Non posso distribuire il prodotto e non posso farne copia per gli amici. Questo e’ esattamente il contrario della licenza di cui avevo sentito parlare prima, la GNU GPL. Dopo aver acconsentito con F8 l’installazione e’ proseguita. Windows non ha riconosciuto le partizioni ext3 e ReiserFS presenti sul sistema ed anzi le ha definite “filesystem sconosciuto”. Ho sempre pensato che fossero assolutamente standard ma forse sbagliavo. C’e’ la possibilita’ di cancellare tutto il disco per installare WinXP e cosi’ ho fatto. La cosa strana successiva e’ che Windows non crea una partizione separata dove mettere i miei dati ma un’unica partizione. Ho pensato che probabilmente Windows ha un file-system molto sicuro e che crea dei backup automatici per evitare la perdita di dati. Siccome il disco e’ relativamente grande non ho potuto utilizzare FAT32 e ho dovuto vedermela con NTFS. La formattazione ha richiesto un po’ di tempo.
Non e’ possibile, purtroppo, selezionare i pacchetti da una lista come si fa di solito con Linux e Windows seleziona tutto da solo. L’unica personalizzazione consentita riguarda l’inserimento della data di sistema, del nome utente e di una cosa chiamata “registration key”. E’ un numero di 25 cifre che bisogna inserire a mano prima di poter continuare. Dopo un altro riavvio Windows era finalmente pronto, beh quasi pronto, perche’ prima vuole essere attivato. Con questa procedura Microsoft accede al web per controllare tutti i dati di registrazione. Non ci penso proprio! Ho annullato e Windows mi ha detto che ho ancora 30 giorni di prova prima di essere obbligato a registrarmi. Che schifo!

E’ apparsa la nuova interfaccia utente ed ho cominciato a dimenticarmi le difficolta’ iniziali. E’ un po’ strano che non venga richiesto un utente per il normale utilizzo. Appena entrato ero in modalita’ di amministrazione con privilegi di root. Questo mi mette a disagio, soprattutto perche’ anche la mia sorellina ha gli stessi diritti sul sistema. Non c’e’ modo di mettere a posto i diritti di accesso ai file a mano (con qualcosa come chmod) e questo e’ un bel rischio per il sistema.
Ho cercato nella documentazione di sistema come iniziare a personalizzarlo ma non c’e’ nulla di utile (e F1 non aiuta proprio). Un orribile rettangolino giallo e’ poi apparso all’improvviso in mezzo allo schermo dicendomi che dovevo inserire il CD con i driver della stampante e poi fare click su “Continua”. Subito non ho capito cosa volesse dire poi mi e’ venuto in mente che “device driver” e’ qualcosa tipo un modulo. Mi sono ricordato di aver trovato un CD insieme alla stampante e l’ho recuperato da una scatola in soffitta. Ho fatto click su “Continua”. Il sistema mi ha detto che il device driver non aveva superato le prove di compatibilita’ e che sarebbe stato il caso di cercare un altro driver. Un po’ impaurito ho fatto click su “Continua” ma alla fine tutto ha funzionato senza problemi. Mi sono un po’ arrabbiato per via di quello stupido avvertimento ma non ho avuto il tempo di pensarci su: ho installato tutto il resto dell’hardware e adesso sono finalmente pronto a navigare.

Non c’e’ nessun firewall o anti-virus installato e questo provoca un po’ di insicurezza quando si entra nel web. Dopo un paio di minuti di navigazione ho ricevuto un messaggio da “Al Dick” che mi offre Viagra per i prossimi sei anni. Non ho proprio bisogno di cose del genere (davvero!) e mi sono infastidito. Ho trovato una guida in rete che spiega come eliminare questi messaggi. Internet Explorer non ha un filtro dei popup e sembra calamitare le pubblicita’. Dopo un quarto d’ora la mia taskbar sembrava un campo di battaglia pieno di SPAM. Ho chiuso le finestre una ad una. Il mio browser precedente, Firefox, mi offriva i tab ma IE pare avere regole e standard assolutamente singolari. Questo pero’ non era che l’inizio: volendo chattare con i miei amici mi sono accorto che Windows Messenger non supporta ICQ, AIM, TOM o Jabber. Avrei dovuto creare un MSN-account per provarci ma mi sono rifiutato.

Il Windows Media Player mi ha impedito di guardare un DVD appena acquistato in Francia dicendomi che non potrei usarlo sul mio PC per via di un certo “region code”. Non capendo bene la cosa ho dovuto chiedere ad un amico cosa fare. Poi ho scoperto che c’e’ una colloquio i PC che utilizzano Windows e Microsoft per controllare le specifiche del mio hardware e verificare che si tratti di un software autentico. Sono sotto shock. Pago un sacco di soldi pensando di avere un sistema stabile e sicuro che rispetti la mia privacy, non della spazzatura piena di bachi ed aperta a tutti come l’ingresso di un’osteria. Ho deciso di controllare i sorgenti per verificare se per caso queste limitazioni avessero un senso ma non sono inclusi! Lasciamo poi perdere l’organizzazione del file system, tutti i file di configurazione sono in c:windowssystem e non in /etc. Non voglio sapere che cosa sia la deframmentazione (con Linux la ignoro) e trascuriamo quel penoso terminale chiamato “command” o perche’ non si debba mai e poi mai aprire un allegato con Outlook Express.

Dopo che il sistema si e’ bloccato mentre masterizzavo un CD (con il programmino in dotazione) e intanto guardavo un foglio elettronico, con quella misera alternativa ad Openoffice che Microsoft chiama “Office XP” e che ho dovuto pagare 119 euro (perche’ sono studente) ho rimesso tutto nella bella scatola verde e l’ho riportato dal negoziante.

Lo stesso giorno ho subito reinstallato Linux e scritto la recensione di questo sistema operativo mono-utente e un po’ acerbo chiamato Windows XP, che sara’ pronto per il desktop tra cinque anni. Fino ad allora divertitevi liberamente con BSD, OpenSolaris e Linux!

18 Replies to “Come passare da Linux a Windows – Il racconto di un utente”

  1. che dire, anch’io avevo quel genere di problemi…in win manca una cosa che ritengo sia fondamentale:la LIBERTA’!!! cosa che invece sta alla base di linux. E poi, se si vuole paragonare non c’è storia: linux è sicuro, veloce, stabile, personalizzabile fino allo stremo (si possono aggiungere e modificare moduli del kernel, vedete un po) windows?! non si puo personalizzare nulla, a parte sfondi temi, frivolezze insomma, è insicurissimo, gli aggiornamenti correggono 3 bugs, e contemporaneamente ne aprono 27000…allucinante! Poi più si usa un sistema MS col tempk si impalla inesorabilmente! Passate a linux, imparerete molto senza rendervene conto…e cestinate quella copia di MS windows XP! anzi se proprio la dovete tenere, la potete sempre adoperare se per caso avete un mobile traballante!! ne0h rulez!

  2. incredibile quanto sia reale. io sono un utente windows “avanzato” ed è da giugno che uso ubuntu linux. per imparare microsoft XP mi ci sono voluti 3 anni e la conoscenza della lingua inglese mentre per linux 3 mesi e la conoscenza della lingua inglese: come si può ancora fare dei paragoni?

  3. Sono un utente di linux da diversi anni, ma non ho mai potuto giocarci a Oblivion e non ho mai potuto usare Autocad. Un giorno alla televisione mi dicono che esiste internet.
    Vado al negozio e compro un modem usb. Come lo installo ? Nel Cd in dotazione non c’è il driver. Come posso fare ?
    Formatto tutto metto Windows Xp, doppio click, e magicamente riesco a navigare con tutto il mondo. Perchè su linux è tutto così difficile e non si riesce ad usare il modem usb ma per forza deve essere ethernet o usare un router ? La stessa cosa per le schede grafiche.
    Grazie Bill sei riuscito a diffondere l’informatica.

  4. Sono un untente linux da diversi anni, ma non riesco a navigare su internet perchè ho un modem usb.
    Per installare un programma devo per forza essere collegato ad internet altrimenti con tutte le dipendenze che ha un pacchetto divento scemo.
    Ho l’accelerazione grafica che non funziona.
    OpenOffice ha diversi bugs. Per mettere una foto in linea con il testo bisogna perdere tempo 3 ore.
    Per installare la stampante ci ho messo 3 anni.
    Se avessi una azienda, chi mi paga per il tempo perso ?

    SOLUZIONE:formattare tutto con Windows XP.
    5 click e si ha Windows XP con SP2. Anche i bambini riescono ad installarlo.
    Inserisco il CD del modem usb e dopo 2 minuti sono collegato con il mondo.
    Inserisco il CD della stampante e dopo 3 minuti stampo i miei reports.
    Uso una utility per aggiustare il registro di Windows (registry mechanic) e sono 2 anni che non devo formattare.
    Windows XP è testato da milioni utenti che lo utilizzano, mentre linux no.

    Voglio vedere come fa un avvocato, un ingegnere che non hanno tempo per smanettare il computer a collegarsi con un modem usb su linux, ad installare una stampante, a vedere i film o a sentire gli mp3. Si dovrebbero scaricare i plugins dai repository… ma come fanno se hanno il modem usb che non è collgato ? Per forza devono comprare il modem ethernet o un router.
    E se devo usare Autocad ?
    E se devo usare Matlab ?
    Matlab per linux si pianta e si blocca.
    La grafica di linux è scadente. Se si apre amule ci si accorge di quanto è squallido.

    Vorrei vedere un bambino di 6 anni ad imparare linux. Ci mette una vita.
    Con Windows no

  5. Caro Marco e/o Stefano potrei risponderti che chi usa Linux non scopre internet alla TV. Posso solo risponderti che uso con piena soddisfazione Linux, che scelgo l’hardware di conseguenza, e che qcad mi risolve quei quattro problemi per cui Autocad sarebbe eccessivo. D’accordissimo per Oblivion (ma non mi interessa neppure su Windows) e per l’accelerazione grafica (ma non mi manca), pero’ conosco fior di avvocati ed ingegneri che preferiscono Linux a Windows e che perdono meno tempo con Linux che con Windows…. ma forse hai dimenticato la parte provocatoria del post ed il suo presupposto: in un mondo dominato da Linux cosa succederebbe se comparisse all’improvviso Windows…

  6. o usato windows per anni, solo perche fai click click e ai installato tutto non vuol dire che sia stabile, veloce, sicuro, o dovutoo usare linux per salvare tutti i dati personali (foto,ricordi,ecc) che winzoz voleva cancellargli solo perche il cucciolo si era spento male. e se ce qualche giochino stupido che tu piccolo bambino non puoi usare, sappi che linux supporta anche quelli con wine e, cerca su internet e troverai magari l’adattatore specifico se non il programma per linux dato che se mi serve un programma non sto nemmeno a cercarlo, me lo da yum! ciao belli passo e chiudo.

  7. Caro Stefano, si vede che linux l’hai provato 3-4 anni fa e cestinato al volo.

    quindi non sai di cosa stai parlando. ok, autocad per linux non c’e’. non so niente su matlab. ma la grafica di amule attuale e’ superiore a quella di emule, l’interfaccia grafica gnome e’ ricercata ed efficiente, c’e’ la possibilita’ di scaricare i pacchetti per l’installazione di certi programmi proprio come fai da windows: scarichi dal sito e fai doppio click, ad esempio in debian e ubuntu. ubuntu e’ facile quanto windows da installare. il modem usb lo cestini e ti compri un router! c***o, win + modem = 180 euro, linux + router = 50 euro (quelli del router, che oltretutto e’ un dispositivo molto migliore del modem).

    ah, chi ha una copia di windows e vuole tenere linux come unico sistema al boot, puo’ spendere i soldi per acquistare la licenza di vmware workstation che ne vale la pena! tutto cio’ che non gira su linux gira su win… e allora facciamocelo girare! pero’ dentro linux 🙂

  8. Mai avuto windows, e mai sentita la mancanza. Purtroppo dovrò capitolare, perkè il prox acquisto sarà un portatile 🙁

  9. Comment by mauau
    Mai avuto windows, e mai sentita la mancanza. Purtroppo dovrò capitolare, perkè il prox acquisto sarà un portatile

    No se decidi di fare una ricerca un pò più minuziosa, la CDC credo che vendesse i suoi portatili anche senza SO (io ne ho uno – CDC PREMIUM 7043 DW – e ti posso dire che va a meraviglia con la Edgy..), la EsseDi propone soluzioni con Linux preinstallato, come se non bastasse c’è pure un sito Linux Si dove troverai una recensione di negozi “Linux Friendly”, altri siti ti possono indicare cosa non comprare, come ad esempio questa lista di incompatibili Linux, se poi andiamo oltre c’è pure Linux on Laptop, li potrai trovare una marea di modelli che girano con il Pinguino e farti un idea di cosa ti serve.

    I tempi cambiano, e mi sa che quella storiella (molto realista, complimenti) nell’articolo tra qualche anno rischieranno di viverla sul serio alcuni utenti, si sà, la curiosità a volte fa male 😉

  10. Sono utente Linux da diverso tempo, anche se non espertissimo, ma comunque mi ci sono messo come per windows all’inizio e, superato qualche problemino di poco conto ho subito capito che ogni cosa che si impara (anche se piccolissima nell’universo dei pc) con questo tipo di sistema, rispetto al “grande fratello” winzoz, è un passo da gigante. Certo non si può dire che vada sempre bane tutto, ma perchè, su windows forse si???? Quando si riesce a sistemare una cosa se ne impalla un’altra.

    E poi smettiamo di dire che che window è facile e linux “cattivo” è difficile, Che diamine certo con windows sciaccio un bottoncino “qui” un bottoncino “la” ed il gioco è fatto, ma non so nemmeno cosa C…O sia successo nel frattempo perchè è un sistema che ti mantiene volontariamente ignorante, altro che grazie Bill per aver diffuso l’informatica… Sarebbe il caso di dire Grazie Bill che ci hai mantenuti e continui a volerci mantenere ignoranti nell’informatica.
    Un’ultima cosa vorre ricordare a chi sostiene che windows può essere installato ed usato anche da un bambino. E’ chiaro che un bambino inzia per ovi motivi con l’automobilina a pedali, mica con quella del papà da subito, però crescendo poi fa i vari passaggi fino ad arrivare a guidare anche un autotreno da 44 tonnellate o (anche di più). Quindi sveglia ragazzi! Iniziate pian piano ad abbandonare i giocattoli ed a passare ai sistemi adulti, non potete rimanere bambini tutta la vita.

    Comunque sempre dedicato a chi diceva che che se un bambino di 6 ann inziasse da linux ci metterebbe una vita per imparare, vorrei ricordargli, che le capacità intellettive e di apprendimento di un bambino sono centinaia di volte superiori a quelle di un adulto, quindi non sottovalutiamo mai i bambini.

    “I BAMBINI SONO DEI GENI”!!!

    P.S.: Ho insegnato a mio Nipote quando aveva solo 9 anni a fare manovre (in piazzale privato) con un autotreno da 18,75 metri ed in un solo pomeriggio è stato capace a fare manovre in piena autonomia in un solo colpo con mia grande gioia nonchè stupore. Io stesso quando ho imparato (20 anni fa) ci ho messo più o meno un mese per renderle precise e sicure.
    Grazie a tutti ma soprattutto grazie a linux che ci fa capire ciò che facciamo.

  11. Io sono da anni utente Win e ho provato diverse distro linux. Secondo me Linux è superiore se si ha una buona conoscenza dell’informatica e utile se la si vuole acquisire. Obbliga però ad avere una connessione a banda larga per scaricare pacchetti vari. Unico motivo per cui sono obbligato a rimanere a Win e nn passare a Ubuntu come vorrei. Infatti la mia zona nn è servita dall’ADSL.

  12. ciao a tutti, utilizzo sia win xp pro che mandriva spring e devo ammettere che la sicurezza e stabilità linux non ha paragoni… se poi vogliamo guardare l’aspetto grafico grazie a beryl e compiz il nuovo s-vista può stare tranquillamente nel negozio per quel che mi riguarda, per non parlare del drm… ma questa è un’altra storia…
    Quello che mi interessa dire è il fattore potenziale che in certi aspetti non può essere espresso per un solo ed unico motivo: manca la collaborazione win-linux per i sorgenti da utilizzare poi nei vari programmi o giochi più utilizzati(o preferiti) da poter inserire in nativo su linux.
    Bill poi è furbo visto che non può eliminare il suo antagonista alla fonte(o meglio a milioni di fonti…) cerca allora di farselo amico(ma è sempre e solo una facciata…) con il risultato che lui comunque non vuole dire nulla dei suoi “segreti” codici e la mette sul piano: vuoi qualcosa? Paga!
    Ma se la cosa si limitasse a quello saremmo a posto… invece no!! Lui ti mette nelle condizioni che se anche hai comprato la licenza il programma non è tuo, quindi la collaporazione con la gpl si va a fare un giro…
    Io per necessità DEVO usare win xp pro altrimenti sarei costretto a riavviare un milione di volte, ma il pinguino lo uso ancora, spero solo che un giorno questa rivalità scompaia perchè per ora vedo solo due sinonimi: win=egoismo linux=libertà.
    Sarebbe solo una questione di buon senso… ciao ciao

  13. a tutti coloro che preferiscono Windows Linux, vi pregherei di utilizzare il cervello non solo per separare le orecchie. Se determinate periferiche non si installano è dovuto a quelle teste di c… abbacchio proprietari dell’hardware che sono anche responsabili della produzione del driver per far funzionare il LORO prodotto. Quindi, altro che “grazie Bill Gates per aver diffuso l’informatica”… io direi “Sia maledetto Bill Gates per aver distrutto l’informatica e creato una generazione di coglioni che non sanno andare oltre il punta-e-clicca!” e ancora “siano maledetti tutti quegli schifosi che gli leccano il … producendo solo software che gira su me…a MS!”
    E cercate di informarvi prima di postare sciocchezze!!!!!!

    Gabe

  14. Io personalmente ho entrambi, anzi ad essere preciso ho sia Linux che WIndows XP che Freebsd mentre per lavoro mi é capitato di dover supportare clienti che avevano Solaris, AIX e HP-UX (i miei clienti sono aziende che realizzano circuiti integrati, cioé microchips (INTEL, Ericsson, NOKIA, Philips etc etc…)):

    sotto Linux (specie se si sceglie una distro relativamente friendly da installare (che so, Mandriva, OpenSuse, Fedora o Ubuntu)) la probabilitá che tutto compresa scheda audio e wireless venga correttamente riconosciuto e funzioni piú o meno altrettanto bene che in Windows é abbastanza alta…

    per quanto riguarda applicazioni mission critical…

    beh lí ragazzi scordatevi windows,

    la agenzia aerospaziale, le compagnie costruttrici di aereoplani, i sistemi di controllo dei dispositivi medicali… girano tutti con
    altri sistemi (spesso o una variante di embedded linux o netbsd, un altro bell Unix free e opensource (ma questo si difficile da installare per un neofita…) o un sistema embedded tipo uOS )

    Le workstation scientifiche high-end o le workstation per CAD comunque ormai usano tutte una qualche variante di UNIX (anzi… hanno sempre usato una qualche variante di UNIX e da qualche anno a questa parte stanno quasi tutte abbandonando le varie versioni proprietarie (HP-UX di HP, Solaris di SUN, AIX di IBM per Linux su workstations X86 o X86-64 based…)

    just my 2 cents
    (solo i me do schei in Veronese)
    Alex

  15. leggendo i commenti degli utenti, rimango incredulo… IO HO COMPRATO UN COMPUTER CON SOLO LINUX UNSTALLATO. Bello e tutto, ma il gravissimo problema è che l’80% dei programmi, giochi, applicazioni ecc… di uso quotidiano sono compatibili solo con windows o Mac…

    Per questo sto cercando disperatamente di installare windows sul mio Linux… peccato che non è per niente facile… e non è sufficiente riavviare il computer facendo partire il cd di installazione di windows dal bios…

    ora, temo che dovrò portarlo da un tecnico…
    se qualcuno puo’ darmi un consiglio su come disinstallare questo programma… che ripeto, trovo bello, istintivo, e probabilmente più sicuro di windows… ma purtroppo non è ancora compatibile con un sufficiente numero di giochi, programmi e applicazioni…

    Saluti.

Comments are closed.