Forbes e le applicazioni Web

Che Forbes abbia avuto voglia di fare una classifica delle migliori applicazioni web per il business mi pare scontato. Il risultato, che vede trionfare Google quasi ovunque, pure. Pero’… che queste applicazioni siano davvero pronte per il business (e SMB per quei signori non e’ il rigattiere all’angolo!) non e’ un concetto cosi’ scontato. Insomma: abbiamo Ajax? Addio (Microsoft) Office! Questi signori sono sufficientemente pragmatici da prevedere un lungo futuro per Excel e simili pur affermando che Zoho Writer possa essere meglio di Microsoft Word… non solo che per collaborare con altri il web e’ meglio del desktop… e la privacy?…

Nel dettaglio:

Nei calendari vince Google Calendar. Mi sarei aspettato un 30 Boxes (che non ho adottato pur apprezzandolo molto e preferendo attendere proprio Google Calendar) che credo sia ancora nettamente piu’ avanti come funzionalita’ e varieta’ di strumenti disponibili.

Nella posta elettronica vince GMail. Non avrei neppure assegnato la seconda piazza, anche se Yahoo! Mail e’ sicuramente un prodotto interessante ma… GMail ha ridefinito il concetto. Punto.

Nella categoria Information Managers il vincitore e’ Google Notebook, il runner-up e’ Backpack. A me Notebook piace tanto, anche se finisco spesso per tradirlo con Scrapbook (senza ragione evidente, peraltro!), ma vederlo sopravanzare Backpack e’ curioso alquanto. Insomma: che c’azzecca BackPack con Notebook?

Nella categoria fogli elettronici vince Google Spreadsheet. La situazione mi pare simile a quella della sezione Calendar, anche qui il runner up (Zoho Sheet) mi sembra molto piu’ ricco e maturo ma, si sa, non ha la prospettiva di Google e qualche difetto ce l’ha eccome… iRows invece paga la scorrettezza di trarre in inganno con la pubblicita’ mascherata…

La categoria Webtops vede un ex-aequo tra Pageflakes e YouOS, e come runner-up Goowy. Io forse non ho capito nulla ma netvibes mi pare una spanna avanti.

Da ultimo i Word Processor. Vincitore e’ Zoho Writer che, guarda un po’, e’ proprio bravo nella creazione di pagine HTML (e a fare esportazioni in HTML meglio di Word non e’ che ci vogliano dei geni…) e permette pure di pubblicare sui Blog. Ovviamente ha tutto quello che serve per collaborare ma a me tutta la storia della parte di creazione di documenti on-line o creazione di post sui weblog mi lascia un po’ perplesso… certo e’ gratis ma e’ pure lentissimo. Il runner-up e’ Writely, ora in carico a Google. Non capisco perche’ questa volta non abbia funzionato il meccanismo che ha permesso a GCal e GSpreadsheet di vincere: e’ vero che fa un po’ meno ma e’ Google ed e’ gia’ robusto. Forse non e’ ancora abbastanza integrato con Google, e si vede.

Mi son divertito un po’. Mica potevo passare il mio tempo a scrivere e pensare di Telecom e TIM no? 🙂

One Reply to “Forbes e le applicazioni Web”

  1. Hi, I am Cliff from EditGrid, which another online spreadsheets. Here is an comparison matrix between various online spreadsheets. Please check it out.

Comments are closed.