I dolori del giovane G.

Alexa e A9 (alias Amazon) lasciano Google per Microsoft. Google d’altronde e’ sempre piu’ un Super-Portale, cioe’ non lo e’ nel senso comunemente dispregiativo del termine ma ha in se’ tutti gli elementi del portale ed in piu’ delle API dal potenziale enorme (penso soprattutto a GData). Risultato? Qualcuno avra’ pensato “non puoi fornirmi un servizio ed intanto farmi concorrenza”.

Capita anche che Google abbia di che lamentarsi per via della scelta di Microsoft relativa alla scelta di un certo motore di ricerca (il loro, ovviamente) come predefinito. Le ragioni addotte da Google sembrano anche sensate (non usate il vostro monopolio, lasciate scegliere gli utenti) ma non capisco perche’ si lamentino: hanno adottato Firefox, lo stanno promuovendo in home page (vabbeh, solo nei confronti di chi arrivi da indirizzi statunitensi con IE) e casualmente Firefox ha come motore predefinito… Google. Non capisco con che faccia poi: non sono forse loro ad avere ben piu’ del 50% del “mercato” della ricerca on line? Sono pronto a scommettere che i PC marchiati Dell avranno Google come motore predefinito!