Un mondo a parte.

Copiato da EmmeBi:

Dall’intervista di Sabelli Fioretti a Lavinia Borromeo (la moglie di Jaki Elkann) su Magazine:
Claudio Sabelli Fioretti: Ha amici poveri?
Lavinia Borromeo: Poveri poveri no
Claudio Sabelli Fioretti: E come mai non ha amici poveri?
Lavinia Borromeo: Dipende da che cosa si intende per povertà. Parliamo di persone che debbono lavorare per mantenersi?

4 Replies to “Un mondo a parte.”

  1. L’Istituto araldico di Vienna , unitamente a quello di Ginevra esclude assolutamente che i Borromeo discendano dal Barbarossa. (Arona quotidiano)

  2. L’Istituto Araldico Storico Genealogico Italiano ha espresso alla famiglia Agnelli gli auguri per la nascita del piccolo Leone , non senza rimarcare il proprio disappunto per la circostanza che i media insistano con l’attribuire a Donna Lavinia Borromeo ,neo mamma di Leone, la qualifica di discendente del Barbarossa. Corre l’obbligo da parte degli Storici e genalogisti smentire assolutamente la circostanza che i Borromeo fossero in qualche modo familiari del Barbarossa, ne’ la peculiarita’ che alcuni di essi siano stati di parte ghibellina, e’ elemento probante.Nessun documento storico , ARALDICO HA MAI SUFFRAGATO TALE PRETESA, SORTA SOLO CON Lavinia , NEL TERZO MILLENNIO, E CHE E’ CERTAMENTE DISDICEVOLE DA PARTE DI CHI CURA L’IMMAGINE DI TALE FAMIGLIA, IN QUANTO FA SORGERE IL SOSPETTO DI MALCELATE FRUSTRAZIONI GENEALOGICHE DA INDURLI A RICORRERE ADDIRITTURA a millantato credito.Non si comprende il perche’ di tale mistificazione e forzatura da parte di una famiglia che comunque dovrebbe essere appagata della propria nobilta’ ricevuta dai Visconti e rafforzasi nel 1400 E 1700.Ne’ di certo la circostanza che sia una famiglia di banchieri antichissima puo’ legittimare la pretesa di accaparrarsi” per danaro” il parere degli storici e genealogisti.Ove vi fosse eventualmente, da parte dei Borromeo , qualche prova aliunda di tale pretesa , saremmo ben predisposti a nostra rettifica. Ma ne dubitiamo fortemente …
    Consulta Araldica
    Prof Piero Loredan

Comments are closed.